Fegato: tenersi in forma e prendersi cura di questo organo

Oggi affrontiamo in modo più dettagliato quello che è il mondo dell’Auricoloterapia a supporto di una dieta dimagrante: sono Ilaria Ottaviani e nella vita (oltre a tante altre belle cose..) mi occupo proprio di questo. Nella scelta dei punti da trattare durante un trattamento auricoloterapico non può di certo mancare lui: il punto fegato. Il fegato è una delle più importanti ghiandole del nostro corpo. E’ la più grande, e si trova subito sotto il diaframma, sul lato destro, all’altezza di colon trasverso e stomaco. E’ un organo multifunzionale: svolge un ruolo fondamentale nel metabolismo, permette di immagazzinare il glicogeno (la nostra scorta interna di glucosio), favorisce la sintesi delle proteine del plasma (fino al 6° mese di gestazione è lui il responsabile della produzione di tutto il sangue), produce la bile che utilizziamo per digerire i grassi introdotti con l’alimentazione, assicura l’assorbimento di vitamine liposolubili quali A, D, E, K.. Ed in tutto ciò trova anche il tempo di aiutare il nostro corpo in un’attività importantissima: la detossificazione.

Ogni giorno l’esposizione alle tossine ambientali, la respirazione, l’alimentazione e il modo poco corretto di vivere le proprie emozioni causano all’interno dell’organismo la produzione costante di tantissime scorie. Ma il corpo, in condizioni di salute, è prefettamente in grado di intervenire per eliminarle grazie ai suoi molteplici meccanismi.

 

Il Fegato nell’Alimentazione

Tra questi meccanismi, senza ombra di dubbio, la metabolizzazione da parte del fegato, è quello principale. Infatti questa ghiandola ha la capacità di trasformare le molecole rendendole innocue per poi eliminarle. Tutto ciò si può sintetizzare con

fegato sano = corpo sano

E’ esattamente per questo che è importante aiutarlo periodicamente a smaltire tutte le scorie accumulate a causa di un poco corretto stile di vita. Oltre a lui troviamo reni, pelle e polmoni pronti a liberarci da queste sostanze, permettendo a tutte le nostre cellule di nutrirsi, respirare e di rimanere in ottima salute. Vediamo di seguito come possiamo sostenere questo organo di depurazione.

 

Il Fegato in MTC

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese (MTC)  il fegato è la sede dell’ Hun, la nostra Anima Eterea. Il fegato influenza la nostra capacità di fare progetti, di pianificare la vita e di darle una direzione. In MTC è conosciuto come il Generale. Il movimento dell’energia del fegato libera la nostra creatività, il colore è il verde, l’emozione è la rabbia esplosiva, il sapore è l’acido. Fa parte della Loggia del Legno insieme alla Cistifellea. La stagione è la primavera, i simboli i boschi e il rinnovamento. E’ importante assicurarsi il corretto fluire dell’energia Fegato per migliorare e mantenere in equilibrio le energie degli altri organi delle altre Logge.

 

Il Fegato in Cromoterapia

Si può lavorare al miglioramento dell’attività del fegato anche con la Cromoterapia. La Cromoterapia è una branca delle CAM (Medicine Complementari Alternative) che utilizza il potere dei colori per raggiungere e migliorare il nostro benessere fisico e psichico. In Cromoterapia il colore consigliato per aiutare il fegato ad riequilibrarsi è il giallo. Il colore può essere assorbito dal corpo attraverso:

  • l’alimentazione,
  • bagni nei colori,
  • visualizzazione durante la meditazione,
  • cromopuntura (Auricoloterapia con la penna policormatica)

 

Il Fegato in Cristalloterapia

La Cristalloterapia utilizza invece le frequenze emanate dai Cristalli: pietre preziose che si sono formate milioni di anni fa… molto più sagge di noi. Possono portare benefici alla mente, al corpo e allo spirito. In questo caso, possiamo valutare di poter usare due pietre, in base al grado di “affaticamento” dell’organo. Infatti se si parla di un leggero rallentamento delle attività del fegato possiamo rivolgerci all’Occhio di Tigre (pietra marrone con delle striature gialle). Se invece il nostro fegato è particolarmente “provato” ci sarà bisogno del sostegno dello Zolfo (pietra non a caso dal colore giallo acceso), potente attivatore della depurazione di tutto il corpo.

 

Depurare il fegato

Ora che abbiamo più a cuore la sorte dei nostri cari epatociti possiamo fare qualcosa di più per mantenerli in salute. Possiamo sfruttare delle bevande ad azione rinfrescante e depurativa fatte proprio da noi:

Frullato: anguria, sedano, pesca, cetriolo, limone e ghiaccio

Centrifuga: carota, limone

Estratto: melograno, mela, limone

Tisana: tarassaco (30gr), cardo mariano (20gr), curcuma (20gr), menta (20gr), cumino (10gr)

Questi sono solo degli esempi, possiamo quindi degustare ottime bevande, goderci l’estate e aiutare il nostro fegato a rimanere in ottima forma!

 

Per oggi è tutto,

buon frullato a tutti

Articolo scritto da:

Ilaria Ottaviani – Informatrice Scientifica sul Farmaco

Esperta di Medicine Naturali

Visita la mia pagina facebook